lunedì 18 febbraio 2013

Le scarpe di Minnie

















































11 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione! Al di là del bello o brutto, poi, secondo me c'è un altro fattore da valutare: la qualità. Ma questa è un'altra storia.
    Quindi, non bisogna stupirsi quando, dopo essere inorridite davanti a un tal capo, pochi mesi, addirittura giorni dopo ci ritroviamo a pensare... però, non era poi così male!
    Detto questo, una domanda si impone: quali sono queste "doverose eccezioni"?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scandalizzano le cose brutte, non quelle immorali (e le ciabatte potrebbero esserlo). Ad esempio i jeans a vita troppo bassa che vedo ancora su molte ragazze sono per me molto peggio delle Minnie. Lo stesso gli shorts a meta' natica, brutti anche su Karlie Kloss! Buona serata!

      Elimina
    2. Vero vero, concordo assolutamente con te! E vogliamo parlare dei leggins usati come pantaloni?!

      Elimina
  2. ecco queste per me sono eccezioni :D
    io son d'accordo sul fatto che niente sia bello o brutto in assoluto, ma la differenza la fa come li integriamo al nostro stile, al nostro guardaroba e al nostro modo di essere, ma ma
    MA
    per quanto io sia la tipa che se le temperature non scendono sotto i dieci gradi almeno non mette calze, per quanto io mi stia gradualmente convertendo al calzino col sandalo e al sandalo di inverno...
    non credo di trovare coerenza in una ciabatta col pelo.
    sono curiosissima di vederne qualche styling sfizioso ma non penso proprio di poter cedere, no.
    anche perche' se avessi 700 euro da spendere in scarpe saprei gia' dove investirli ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie del tuo commento! Volevo smuovere un po' gli animi. Tranquilli! Neanche a me piacciono e non sono tanto fashion victim da comprarle! Ho colto l'occasione, soprattutto con l'immagine delle altre scarpe di Minnie, per dire una mia opinione sulla moda e non sulle scarpe di per se. Per prendermi un po' in giro. Baci!

    RispondiElimina
  4. Hai perfettamente ragione sul fatto che abbiamo indossato di tutto e che la caratteristica della moda è proprio quella di farci desiderare cose che solo un momento prima avremmo guardato inorridite. Quindi mai dire mai.
    Probabilmente dietro queste scarpe c'è anche una provocazione di tipo surrealista, perché davvero come diceva Caia non trovo molto senso in una Birkenstock col pelo, fermo restando che la scarpa di Minnie è ancora più allucinante. Poi aspetto di sorprendermi al primo outfit ben riuscito, ma ho qualche dubbio.
    A ogni modo non sono tra quelle che alzano il sopracciglio davanti alle follie, anzi adoro un certo grado di eccentricità; però con tutta l'obiettività di cui sono capace ci sono appunto delle eccezioni, e forse le Birkenstock con o senza pelo sono tra queste.
    Comunque ottimo post e ottimo spunto di riflessione.
    Baci

    Alessia
    ElectroMode

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non sai quanto mi piacciono queste discussioni...

      Elimina
  5. Non mi piacciono e non le mettero' mai! E - se qualche fashionista le indossasse con la scusa della griffe solo per stare comoda - beh penserei che con 700 euro avrebbe potuto indossare qualcosa di meglio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perché, ma me lo sentivo...

      Elimina
  6. Magari quelle con il pelo sono la versione invernale per il classico turista sandalo e calzettone? XD
    A parte i problemi estetici le Birkenstrok hanno il vantaggio di essere comode, quindi penso che la gente continuerà a comprarle.
    Mi piacerebbe un paio di maryjane di questa marca ma costano troppo!

    (votata)

    RispondiElimina
  7. Io le trovo divertenti e anche se non le indosserei mai, sicuramente le apprezzerò vedendole indossate alla ragazza giusta.Già nella campagna pubblicitaria Celine, hanno il loro perchè!
    Ah, dimenticavo, sono tua nuova follower, ti ho scoperta oggi e mi piace il tuo blog!kisses

    RispondiElimina